Cold Wallet: cos’è e quando dovresti usarne uno

Cold wallet per conservare Bitcoin: ti serve davvero?

“Vale la pena avere un cold wallet per conservare dei Bitcoin o è uno sbattimento che si può evitare?”.

Ciclicamente, questo genere di domande si ripete online.

Come vedrai, non c’è una risposta che va bene per tutti. Ma c’è sicuramente la risposta che va bene per te.

Quest’articolo vuole darti una visione globale per decidere se un cold wallet ti serve davvero.

La sintesi è questa:

Puoi evitarlo? Certo

Ti conviene evitarlo? Probabilmente no.

 

Ma voglio dirti la verità:

Anche io, inizialmente, ho snobbato questo strumento.

Non avevo capito quali pericoli stessi correndo e quella spesa non mi sembrava affatto una priorità.

Successivamente ho scoperto i rischi gratuiti che mi stavo assumendo e, onestamente, l’idea di vedere sparire le mie cripto non mi entusiasmava.

Il punto è questo:

Avere un cold wallet – portafoglio freddo – è uno dei passi fondanti per proteggere i tuoi Bitcoin e le altre criptovalute che possiedi.

In questo articolo capirai perchè.

P.S.

Recentemente ho scritto un articolo-recensione con i 3 migliori cold wallet per corazzare i tuoi Bitcoin. Dagli una lettura 😉

Cos’è un Cold Wallet e cos’ha di diverso dagli altri portafogli per Bitcoin?

Prima di rispondere a questa domanda, vorrei chiederti:

Sai già che il tipo di wallet determina sicurezza, rischi e facilità d’utilizzo delle tue cripto?

Se hai le idee confuse in merito, ho elaborato questi concetti nella mia guida semplificata per scegliere un wallet Bitcoin.

Meglio non lasciare queste sfumature al caso, credimi 🙂

Se invece sai a cosa mi riferisco, il nostro ragionamento parte da qui.

I Cold Wallet, chiamati anche Hardware Wallet, sono portafogli per criptovalute con 2 caratteristiche peculiari:

  • Sono dispositivi esterni al tuo PC (come un mouse o una chiavetta USB) disegnati specificamente per conservare Bitcoin
  • Ti permettono di essere l’unico in possesso della chiave privata
Not your keys Not your Bitcoin - Andreas Antonopoulos Citazione
Non tue le chiavi, non tuoi i Bitcoin – Andreas M. Antonopoulos

 

Come vedrai fra poche righe, queste due caratteristiche sono cruciali per stabilire se conservare i Bitcoin in un Cold Wallet fa al caso tuo.

Prima però, diamo un’occhiata veloce alle due alternative più gettonate rispetto ai Cold Wallet:

  • Hot Wallet (Portafogli caldi)
  • Lasciare i fondi direttamemte su un exchange

Le alternative ai Cold Wallet: Hot Wallet ed Exchange

Gli Hot Wallet si caratterizzano per essere software installati sul tuo PC/app per smartphone.

Questa distinzione nasce dal fatto che quando un dispositivo è connesso ad internet sei automaticamente esposto ad un rischio.

Pensaci, quante volte hai sentito parlare di persone a cui vengono rubate foto dal cellulare, che vengono spiate o che subiscono truffe online?

Essere connessi ad internet comporta intrinsecamente la possibilità che qualcuno si intrufoli nel nostro dispositivo e ne prenda il controllo.

Nel nostro caso, quindi, a sparire da questi hot wallet online sarebbero dei preziosissimi Bitcoin.

Per questo motivo, gli Hot Wallet non sono di certo la tipologia di portafoglio digitale dove tenere tutti i tuoi fondi.

Tuttavia gli hot wallet hanno la loro ragione d’esistere. Ne ho parlato in quest’articolo che esamina tutto ciò che differenzia gli hot wallet dai cold wallet

“E per quanto riguarda gli exchange?”

Questo è un argomento controintuitivo.

Quando ci si avvicina al mondo cripto e magari si compra una frazione di Bitcoin, i fondi vengono lasciati sull’exchange perchè si crede di essere esenti da pericoli.

In realtà, si ignorano 2 dati fondamentali:

  • L’exchange, in quanto conserva i tuoi fondi, potrebbe decidere o trovarsi nella situazione di non poterti/volerti più lasciare accedere ai tuoi Bitcoin.
  • L’exchange potrebbe essere hackerato e quindi i tuoi fondi finirebbero in mano ad un hacker (che visto che ne sa, li conserverà in un Cold Wallet).

Ricorda: Not your keys, not your Bitcoin.

“Allora perchè tante persone conservano i propri Bitcoin sugli exchange?”

I motivi sono svariati: perchè è comodo (accedi al tuo exchange con email e password e hai tutto lì), perchè fanno trading, perchè non vogliono spendere soldi per comprare un cold wallet o perchè non sono consapevoli dei rischi che corrono.

Se vuoi approfondire, qui ho spiegato perchè non dovresti tenere i tuoi Bitcoin in un exchange.

Voglio chiarire una cosa però:

Usare Hot Wallet ed exchange non vuol dire automaticamente perdere i proprio fondi. L’idea è che ti stai assumendo dei rischi (consapevolmente o meno) e quindi conviene calcolarli.

Chiarito questo punto, andiamo a vedere perchè dovresti usare un cold wallet.

Spoiler alert: Non si tratta solo di sicurezza.

Ecco perchè dovresti usare un cold wallet per conservare i tuoi Bitcoin

Esempi di cold wallet per conservare Bitcoin
Esempi di cold wallet per conservare Bitcoin

Partiamo dalla fine:

Usare un un cold wallet è una delle azioni più concrete per blindare i tuoi Bitcoin e controllarli realmente.

Permettimi di mostrarti dove affonda le radici questa affermazione:

Sicurezza

Con un cold wallet (o cold storage) hai un dispositivo creato con il solo compito di tenere al sicuro i tuoi Bitcoin.

Si tratta di un apparecchio esterno al PC che non ha alcun collegamento con l’internet. In questo modo è molto meno vulnerabile e soggetto a tentativi di attacco.

Inoltre, gli hardware wallet si compongono di meccaniche e processi crittografici che li rendono il modo più affidabile per generare e custodire la tua chiave privata.

C’è da specificare che, data la natura di asset digitale del Bitcoin, il grado di sicurezza che raggiungi dipenderà anche da altri fattori e misure precauzionali che prendi.

Qualche esempio?

  • Il tipo di wallet che usi
  • Se distribuisci i tuoi Bitcoin su uno o più dispositivi
  • Imposti più firme per avviare transazioni (questa cosa si chiama Multisignature)
  • Come conservi il backup della chiave privata

E tante altre cose ancora.. Ma la buona notizia è questa:

Non devi necessariamente mettere in pratica tutti questi accorgimenti.

Il solo fatto di depositare i propri Bitcoin su un hardware wallet, aumenta esponenzialmente il tuo livello di sicurezza.

Come sintetizzato brillantemente da Andreas Antonopoulos durante la diretta speciale per il data-breach di Ledger:

“Quando mi chiedono quale cold wallet comprare la mia risposta è: Quello che arriva prima. Per un utente medio le differenze tra i vari cold-wallet sono talmente irrilevanti che la scelta migliore è quella che può ricevere più rapidamente”.

C’è dell’altro però…

Come ti avevo anticipato, avere un cold wallet non è solo questione di sicurezza. C’è qualcosa in più ed è uno dei tratti più criptoanarchici del Bitcoin.

Sovranità monetaria

Forse questo termine ti è nuovo.

Sovranità monetaria è l’essere in totale controllo e disponibilità del proprio denaro. Questo è uno dei cardini filosofici su cui si fonda Bitcoin.

Impossibile con l’attuale sistema finanziario, Bitcoin lo rende possibile.

Quando i tuoi Bitcoin sono su un dispositivo di cui hai controllo esclusivo delle chiavi, tu e soltanto tu puoi decidere come, quando e perchè usare la tua ricchezza.

Sai perchè è importante?

La prima ragione è pratica:

Se qualcuno può limitarti o impedirti di usare i tuoi Bitcoin, è un pò come perderli sbaglio?

Averne il controllo totale aggiunge un’ulteriore strato di sicurezza.

La seconda ragione è ispirata a dei principi:

Se tu hai generato quella ricchezza (con la tua energia, tempo e lavoro) e quindi ti appartiene, perchè diavolo qualcuno dovrebbe avere il potere di confiscartela o impedirtene l’utilizzo?

Con un cold wallet tieni lontano ogni agente esterno. Sarai tu e soltanto tu ad essere in grado di manovrare i tuoi fondi.

Fin qui, tutto molto bello vero?

Eppure c’è qualcosa che potrebbe frenarti: la responsabilità.

Da un grande potere derivano grandi responsabilità.

Quello che molti non capiscono è che Bitcoin porta un cambio di paradigma.

Avere più libertà comporta inevitabilmente avere più responsabilità.

Un pò come quando vai a vivere da solo: Non hai nessuno che ti rompe le palle, ma devi andare a farti la spesa e lavarti i panni.

Nel Bitcoin si declina passando da due strade:

  1. Nessuno può impedirti di usare il tuo denaro come e quando vuoi.
  2. Come metti al sicuro il tuo denaro dipenderà unicamente da te e nessuno potrà sostituirti in questo compito.

Conclusioni: quando usare un cold wallet?

Come ti avevo anticipato, non c’è una risposta univoca e valida per tutti.

Fondamentalmente, dovresti usare un cold wallet quando hai delle cifre da proteggere che ritieni significative e vuoi esserne il solo ad averne controllo.

In fin dei conti, il cold wallet è uno strumento che ti offre un massiccio livello di protezione, unito ad un totale controllo sulla tua ricchezza.

Ovviamente, puoi decidere che la sicurezza degli hot wallet per te è sufficiente o che i rischi che corri con un exchange sono tollerabili.

Tutto sta a te e alla sensibilità che hai verso sicurezza, sovranità e, indirettamente, libertà.

Tuttavia, se consideri che sono strumenti intuitivi da usare e relativamente economici (ad esempio, un Ledger Nano S costa 59 euro) gli argomenti per NON avere un cold wallet sono davvero pochi .

C’è un ultimo aspetto che merita di essere considerato, almeno secondo me.

Con un cold wallet stai finalmente toccando con mano alcuni dei tratti staordinari di questa tecnologia chiamata Bitcoin. Sarai TU ed esclusivamente TU a decidere cosa farne della ricchezza che hai creato e nessuno potrà interferire con le tue decisioni.

Questo è tutto quello che volevo dirti. Spero che la tua prospettiva sui cold wallet sia più chiara adesso.

Ci sentiamo presto,

Fabio

Potrebbe interessarti
Continua a navigare per aree tematiche
Segui Checkpoint Bitcoin

Lascia un commento