Come comprare Bitcoin in Italia: Guida pratica all’acquisto di BTC online

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Comprare Bitcoin onlineLa guida completa al processo di acquisto di BTC

Fammi indovinare:

Hai studiato, hai letto, hai cambiato idea, ti sei posto milioni di domande, ti sei documentato, e alla fine…

…Hai deciso di voler comprare Bitcoin online.

Qualunque sia la tua motivazione, è probabile che tu non sappia come acquistare Bitcoin. Magari in testa ti frullano domande del tipo: “Come funziona per comprare Bitcoin online? Che documenti mi servono? Dove posso comprarli? Come posso pagare? Bonifico? Carta di credito? Paypal?

Per me all’inizio era così, ed è per questo che scritto questa guida all’acquisto di Bitcoin: Portare informazioni chiare a chi oggi è confuso e non ha idea di come muoversi

Quello che leggerai è tutto ciò che ti serve sapere e valutare per comprare Bitcoin online in Italia.

Spero ti torni utile!

P.S.

Ho aggiunto dei link agli exchange più affidabili e conosciuti per semplificarti il percorso di ricerca. NON sono link in affiliazione, quindi se ti iscriverai all’exchange io non riceverò alcun denaro. Non sono i soldi a farmi schifo, piuttosto la narrativa dietro al KYC che è proprio agli antipodi di una moneta globale, aperta a chiunque e resistente alla censura come Bitcoin. Tuttavia, agli inizi la strada più semplice per entrare in questo mondo sono gli exchange quindi ho preferito elencarne qualcuno attendibile ed evitarti brutte sorprese.

Comprare Bitcoin online in Italia: come si fa?

Devi sapere che sono presenti decine di piattaforme che ti permettono di comprare Bitcoin o frazioni di esso (Ogni Bitcoin è divisibile in 100 milioni di parti e ognuna di queste è chiamata Satoshi.).

Grafico su quante unità da 1 satoshi stanno in 1 bitcoin.Tuttavia, questo mondo è ancora molto opaco e il rischio di fregature è elevato.

Le procedure descritte in questa guida sono quelle diffuse tra le piattaforme che operano nella legalità, quindi prendile come dei riferimenti circa l’attendibilità di una piattaforma. 

Se la piattaforma che usi non segue le procedure che leggerai sotto allora dovrebbe scattarti un campanello d’allarme.

Dov’è che puoi comprare Bitcoin quindi?

Nella stragrande maggioranza dei casi, l’acquisto di Bitcoin (e altre criptovalute) può avvenire su siti internet che prendono il nome di exchange.

Tuttavia, esistono anche altri servizi con cui puoi comprare esclusivamente Bitcoin (che, però, sono l’eccezione). I più gettonati sono l’italiana Conio e Bittr.

(Bittr ha recentemente chiuso i battenti perchè non ha voluto adeguarsi alle nuove stringenti regolamentazioni KYC. Clickando sul link leggerai le parole del titolare che spiega le motivazioni della sua scelta.).

Fai attenzione:

Alcune piattaforme di trading non ti vendono Bitcoin ma CFD sul Bitcoin.

Sono contratti tra te e il broker dove puoi speculare sul suo andamento. In quel caso non possederai alcun Bitcoin, ma piuttosto un contratto sull’andamento del Bitcoin.

Come puoi, quindi, scegliere una piattaforma sicura e affidabile per comprare Bitcoin online?

Lo capirai alla fine di guida. Ho raccolto una sostanziosa lista di criteri per scegliere l’exchange sul quale iscriverti per comprare Bitcoin.

Per semplicità, nel corso dell’articolo userò il termine exchange con riferimento ai vari servizi presenti sul mercato che effettivamente trattano Bitcoin ma, queste linee guida, valgono per qualsiasi piattaforma che comporti la compravendita di cryptovalute.

Dove puoi comprare Bitcoin online? Il ruolo degli exchange

Gli exchange altro non sono che dei siti internet dove puoi vendere o comprare Bitcoin online e con i più comuni metodi di pagamento (Bonifico bancario, carta di credito, talvolta Revolut e Paypal).

Sugli exchange puoi comprare anche altre criptovalute che, assieme ai BTC, potrai utilizzare per fare trading.

Ti lascio una lista di alcuni degli exchange regolamentati più conosciuti e affidabili che ti permettono di comprare Bitcoin online in Italia:

  1. The Rock Trading
  2. Binance
  3. Kraken
  4. Coinbase

Ovviamente ne esistono altri altrettanto sicuri e affidabili, ma se vuoi comprare Bitcoin e magari dilettarti con un pò di trading di criptovalute uno di questi andrà più che bene. (Ne hai provati altri? magari puoi scriverli nei commenti.)

Comprare Bitcoin online: Come funziona?

Comprare Bitcoin in Italia online. Tra KYC e perdita di Privacy

Come ho spiegato in un altro articolo, la distinzione più importante da fare per comprare Bitcoin è legata al modello che usi, il che è relativo alla tua privacy.

Nel caso dell’acquisto di Bitcoin su un exchange regolamentato, la tua identità è in chiaro perchè per utilizzare quei siti devi renderla nota.

Tutti gli intermediari che vogliono operare legalmente in Italia, infatti, devono rispettare regole e procedure legate al mondo dell’antiriciclaggio.

In altre parole, metteranno in atto diverse attività volte alla tua identificazione (Attività di KYC – Know your Customer, ossia, Conosci il tuo Cliente).

Puoi vedere queste normative in 2 modi;

  1. Un modo con cui il sistema governativo ti protegge dai cattivi
  2. Un modo con cui il sistema governativo viene a conoscenza di tutte le tue scelte d’acquisto e condiziona il sistema al suo immacolato giudizio.

Ma questa è un’altra storia…

A prescindere dall’exchange che vorrai utilizzare per comprare BTC, dovrai prima di tutto creare il tuo account.

La procedura è la stessa che segui quando ti iscrivi ad Amazon oppure a Facebook. Crei il tuo nome utente, inserisci e-mail e password, verifichi la mail che ricevi e sei registrato.

Nonostante questo, anche se hai il tuo bell’account registrato non potrai ancora acquistare Bitcoin.

Quello che puoi fare è smanettare nel sito, capire come funziona e decidere di farti verificare.

La verifica è il punto di partenza per poter comprare Bitcoin online con gli exchange.

La procedura di verifica per comprare Bitcoin online sugli exchange

Per farti verificare (e quindi mettere le mani sui tuoi Bitcoin) devi fornire all’exchange un insieme di documenti ufficiali che attestino la tua identità.

Di solito si tratta di quelli più comuni:

  • Carta d’identità o Passaporto
  • Prova della tua residenza (il contratto di casa, le bollette intestate a te, la busta paga o il contratto con la tua banca.)
  • Avvolte, ma è più raro, potrebbe servirti anche la Proof of source of funds. Ovvero la provenienza del denaro che vuoi investire.

Il processo di verifica può durare da poche ore a un paio di giorni e alla fine si presenteranno due scenari:

  1. Tutto è in ordine, il tuo account è verificato e quindi non ti resta che depositare denaro e acquistare Bitcoin.
  2. Qualcosa non torna, la tua identità non è confermata e il tuo account non è verificato.

Questo può succedere quando  i documenti che hai fornito, per qualche ragione, non vanno bene (es. Nella foto del passaporto non ti si vede bene, il tuo contratto di casa non è intestato a te, gli indirizzi non coincidono, etc.). In questo caso non ti resta che correggere o fornire nuovi documenti e ripetere la procedura di verifica.

Comprare Bitcoin online: Quali metodi di pagamento puoi usare?

Bene. La tua identità è stata verificata ed il tuo account ora è attivo. Adesso viene il bello:

COMPRARE I TUOI PRIMI BITCOIN.

Ma quali sistemi e metodi di pagamento puoi usare?

In generale, puoi sempre comprare Bitcoin con la tua carta di credito o con un bonifico bancario. Ovviamente ci deve essere corrispondenza tra il titolare dell’account sull’exchange e il titolare dell’account bancario.

Ogni piattaforma ha le sue particolarità in termini di metodi di pagamento ma in linea di massima:

  • Tutti gli exchange accettano i più comuni metodi di deposito tramite banca.
  • La maggior parte degli exchange ti permettono di comprare Bitcoin – o shitcoins da convertire in Bitcoin – direttamente con la carta di credito/debito (come quando acquisti su amazon per capirci).

Posso comprare Bitcoin usando Postepay, Paypal o strumenti simili?

Il discorso qui è delicato e varia a seconda dell’exchange che vuoi utilizzare.

Quello che voglio farti notare è che alcuni di intermediari accettano i pagamenti in entrata con Postepay, Paypal e simili ma li negano in uscita. Altri li negano del tutto.

Recentemente, un exchange internazionale ha trovato un accordo per permettere ai propri utenti di acquistare Bitcoin con Paypal. Si tratta di Bitflyer.

Funziona come tutti gli altri exchange, quindi KYC infame all’entrata, deposito di denaro sulla piattaforma con paypal e successivamente potrai comprare Bitcoin (o shitcoin vari).

Come puoi facilmente intuire, questo servizio unico nel suo genere lo pagherai profumatamente tramite le fee.

In ogni caso, la regola aurea per comprare Bitcoin online usando metodi come Paypal è questa:

Indagare e capire se l’exchange che hai scelto accetta il metodo di pagamento.

Comprare Bitcoin in Italia online: è difficile in pratica?

A prescindere dal metodo di pagamento utilizzato, con un exchange avrai a disposizione una piattaforma dove scambiare i tuoi euro con Bitcoin o altre crypto.

Potrai comprarli al prezzo di mercato o piazzare degli ordini di acquisto/vendita con il prezzo che tu stabilisci e vedere se quell’ordine si ‘riempie’.

Se non hai esperienze pregresse con altri exchange (tipo forex, azioni e mercati simili) potrebbe sembrare complesso a primo impatto, ma per prenderci la mano ci vuole davvero poco.

Questa è una schermata presa da kraken, utile a darti una vaga idea dell’interfaccia e di quello che ti aspetta.

Un interfaccia di un exchange di criptovalute per comprare Bitcoin

I criteri per scegliere l’exchange dove comprare Bitcoin.

La fuori esistono ed esisteranno sempre più servizi per comprare Bitcoin. Ecco perchè in questa guida generale all’acquisto di Bitcoin ho voluto darti delle linee guida ‘evergreen’.

Quella che segue è una lista degli elementi più importanti da considerare prima dell’iscrizione ad un exchange :

  • Fee/Commissioni sulle transazioni

Quando compri Bitcoin dovrai pagare una piccola commissione all’exchange per il servizio. Generalmente è una percentuale della transazione che stai effettuando. Potresti anche dover pagare una fee sul trasferimento di fondi dal tuo conto all’exchange. Le fee dell’exchange non sono da confondere con le fee che paghi ai miner quando spendi Bitcoin.

  • Supporto al cliente

Essendo un mondo nuovo potresti ritrovarti con diversi dubbi legittimi. Avere la possibilità di interagire rapidamente e semplicemente con qualcuno dall’altra parte dello schermo per ogni evenienza è qualcosa che VUOI prendere in considerazione. Il customer service è quindi una determinante nella scelta dell’exchange dove comprare Bitcoin.

  • Stai comprando Bitcoin o CFD?

Alcune piattaforme di trading non ti vendono Bitcoin ma CFD. Sono dei contratti tra te e il broker con cui puoi guadagnare/perdere a seconda dell’andamento del mercato. Quando compri CFD non possiedi alcun Bitcoin, quindi ti servono solo per fare trading. Assicurati di capire cosa stai comprando!

  • Metodi di pagamento accettati e procedure di acquisto/vendita

Quali metodi di pagamento accetta l’exchange? In genere sono i più comuni ma verifica. E soprattutto, puoi comprare direttamente Bitcoin? O devi prima comprare qualche shitcoin da convertire in Bitcoin? Assicurati di capire questi dettagli.

  • Liquidità

La liquidità è la facilità con cui puoi finalizzare i tuoi ordini. Questo vuol dire che se vuoi comprare Bitcoin, non avrai grossi problemi a finalizzare i tuoi ordini. Ovviamente gli exchange più popolari hanno più liquidità perchè hanno un bacino di utenti più largo. L’aspetto della liquidità è ancora più  importante nel caso in cui vuoi darti al trading e comprare/vendere cryptovalute con bassi volumi di vendita. Devi valutarlo per non ritrovarti paralizzato nei tuoi ordini con il rischio di perdere denaro. Ma se fai trading….

  • Sicurezza sito

Altro aspetto super importante. Quali misure di sicurezza mette in atto il sito? Ti da la possibilità di usare la validazione a 2 fattori? È già stato hackerato? E perchè? In generale più ti complica la vita per accedere al sito, più attenzione c’è da parte dell’exchange alla sicurezza. Naturalmente, qualsiasi sia il livello di sicurezza dell’exchange, MAI lasciare i tuoi Bitcoin nell’exchange. MAI. Impara a conservare i tuoi Bitcoin.

  • Facilità di utilizzo

Se non hai mai usato siti per fare trading o roba simile potresti trovarti spiazzato (come me). Sebbene alla fine si tratterà solo di imparare ad usare la piattaforma, alcuni siti non rendono la vita facile agli utenti. Per questo vuoi capire quali exchange sono più user-friendly di altri. Alcuni hanno diverse interfacce che l’utente può scegliere (principiante, intermedio ed avanzato). A seconda dell’interfaccia avrai più o meno comandi e possibilità.

  • Strumenti a disposizione se vuoi fare trading

Se vuoi fare trading (che è un passo molto comune per chi si avvicina al Bitcoin e alle crypto prima della redenzione) allora considera anche quali strumenti ti fornisce il sito per aiutarti a compiere le tue decisioni. Inoltre, in questa circostanza alcuni elementi dovranno avere ancora più peso nella tua scelta (Liquidità, Volumi, Fee, Sicurezza, Interfaccia).

Questo è quanto. Ti ho mostrato gli elementi che non puoi assolutamente trascurare se vuoi usare un servizio internet per acquistare Bitcoin.

Per terminare questa guida, facciamo il punto della situazione e vediamo i pro e i contro legati all’acquisto di Bitcoin con gli exchange.

Comprare Bitcoin online: Pro e Contro

I servizi centralizzati tipo exchange hanno tra i principali vantaggi la facilità e rapidità con cui puoi acquistare e vendere Bitcoin. Sono fatti per quello e quindi l’esperienza utente è al centro delle loro preoccupazioni per restare competitivi.

Altro elemento a favore degli exchange, è il prezzo. Nel caso degli exchange puoi comprare Bitcoin ad una cifra più vantaggiosa rispetto agli exchange decentralizzati o a metodi anonimi. Come mai?

Dipende dai punti di vista. Proprio come succede con i social network dove ‘se è gratis, il prodotto sei tu‘ nel caso dei Bitcoin ‘se è scontato, la differenza sono i tuoi dati‘. In ogni caso, la privacy ha un valore che se vuoi paghi.

Ed è proprio la perdita totale di privacy il principale elemento a sfavore degli exchange.

Sebbene le transazioni nel Bitcoin siano pseudonime, le operazioni che passano dall’exchange sono tracciate e collegate alla tua reale identità.

Anche trasferendo in un secondo momento i tuoi BTC dall’exchange al tuo wallet, ci sarà un collegamento ineluttabile tra quella transazione sulla blockchain e la tua identità che non potrai eliminare del tutto.

Ad ogni modo esistono dei metodi per calmierare la perdita di privacy degli exchange, tipo Coinjoin (ed alcuni exchange di recente hanno censurato il trasferimento di BTC su portamonete che prevedono la possibilità di rendere “anonima” la transazione). Ma questo non è l’argomento del post e te ne parlerò altrove.

Conclusioni

Ed eccoci qua. Ora hai una visione d’insieme per comprare Bitcoin online tramite Exchange.

Usare queste piattaforme è piuttosto semplice, dovrai soltanto familiarizzare un pò con la piattaforma e le sue dinamiche. Prima di scegliere un exchange valuta i vari elementi o, se vuoi farla semplice, usa una delle piattaforme che ti ho elencato.

Come ti ho spiegato, da un lato hai la convenienza e la semplicità d’uso, dall’altro la perdita di privacy.

Se questa guida ti è stata utile non condividerla sui tuoi social, ma mandala in privato a qualcuno che pensi dovrebbe leggerla. Inoltre, puoi seguirmi su Twitter e aiutarmi a far crescere la visibilità di questo progetto.

Come sempre, fammi sapere il tuo punto di vista o se qualcosa non ti è chiaro con un commento.

Un abbraccio,

Fabio

Gli articoli più letti del 2020
Segui Checkpoint Bitcoin

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Marco

    Bttr autorizzato in Italia ?
    Attenzione, questa informazione è da verificare molto attentamente
    Forse avete sbagliato
    È TRT

    1. Fabio Arcieri

      Ciao Marco,

      Grazie per l’intervento.

      Prima di pubblicare l’articolo ho personalmente contattato Bittr ed hanno già diversi utenti dall’Italia che fanno acquisti ricorrenti.

Lascia un commento