La Rete Testnet di Bitcoin: Cos’è, a che serve, come usarla

Copertina articolo testnet di Bitcoin

La testnet di Bitcoin è una rete di test che simula il funzionamento della rete peer 2 peer originale di BTC.

Proprio come le reti testnet di qualsiasi altra criptovaluta, anche questa è progettata per testare applicazioni, script e aggiornamenti senza rischiare di compromettere fondi reali o l’infrastruttura principale.

La testnet è fondamentale per un sano sviluppo del protocollo Bitcoin e le sue funzionalità, in quanto ha meno limitazioni e rischi.

Ad esempio, Bitcoin Core mette a disposizione strumenti specifici per testare il funzionamento di nuove applicazioni, aggiornamenti al protocollo e nuove funzionalità prima di trasferirsi sulla rete principale.

Recentemente si è parlato anche di “testnet wars” per via di un attacco condotto da Jameson Lopp, il quale ha generato l’equivalente di tre anni di blocchi in una sola settimana.

Questo stress test aveva l’obiettivo di esporre tale vulnerabilità nella generazione dei blocchi (detta timewarp) ma ha finito solo per suscitare controversie. Loop è stato aspramente criticato dalla community di Bitcoin poichè ha interferito con il lavoro di altri sviluppatori che stavano testando progetti open-source.

Andiamo a vedere le particolarità della testnet di BTC

Illustrazione delle reti mainnet e testnet di Bitcoin
La testnet di Bitcoin è gemella della rete principale

Particolarità della rete testnet di BTC

La testnet replica le funzionalità della blockchain principale, consentendo di effettuare transazioni e testare software in condizioni simili a quelle della rete principale.

Una delle particolarità della rete testnet è che su questa vengono utilizzati indirizzi diversi rispetto a quelli della rete principale.

Gli indirizzi testnet si riconoscono perchè iniziano con:

  • “tb1” (Bech32): tb1qfm07w6k5z3u9xphkmk9zclhdt4kmj7yh0v2tf7
  • “m” (Legacy): mk2QpYatsKicmuZzVdY5HVUAdqRDXZJhRX
  • “n” (Segwit): n3ZtE1ftF5nNpDwi1gGVnR2V9e5cZHQeHs

Come è evidente, anche gli indirizzi testnet replicano gli indirizzi Bitcoin della rete principale, proprio per agevolare i test dei developer.

Le monete Bitcoin della testnet usano il simbolo tBTC e non hanno alcun valore reale.L’assenza di valore permette agli utenti di sperimentare a cuor leggero.

È possibile ottenere dei tBTC in modo gratuito attraverso i testnet faucet. A quel punto sarà possibile utilizzare i Bitcoin testnet come se fossero BTC sulla rete peer 2 peer di Bitcoin.

Infine, bisogna notare che sulla testnet, i blocchi della blockchain vengono generati più velocemente rispetto alla rete principale, facilitando così i test e i debug. Ed anche in questo caso, sarà possibile usare un testnet explorer per verificare lo stato delle transazioni e tutti i dati correlati.

Esistono testnet specifiche anche per Lightning Network, il principale layer 2 di Bitcoin destinato ai micropagamenti.

Anche la testnet del Lightning Network è un ambiente di prova rispetto alla rete mainnet, progettata per testare applicazioni e funzionalità senza rischiare fondi reali e facilitare lo sviluppo del protocollo.

Come usare la rete di testnet Bitcoin

Per usare la testnet di Bitcoin, è necessario avere un wallet compatibile con la rete di test. Molti wallet supportano la testnet, tra cui Bitcoin Core, Electrum, e tanti altri.

Gli step sono 3:

  1. Creare il wallet d’interesse e successivamente configurare la modalità testnet. Questa operazione varia a seconda del software utilizzato ma è solitamente intuitiva.
  2. Generare un indirizzo su cui ricevere fondi testnet
  3. Ottenere tBTC da un faucet verso l’indirizzo.

A quel punto i fondi saranno disponibili e sarà possibile testare script, applicazioni e simulare operazioni senza rischi.

Lascia un commento

Correlati
Potrebbe Interessarti